TCM Polizza

TCM Polizza e detrazione fiscale

“TCM Polizza, ne ho davvero bisogno?” Si tratta di una domanda che potresti legittimamente porti, soprattutto in un’ottica di riflessione futura e il responso non può che essere positivo, soprattutto quando avrai considerato gli innumerevoli benefici che a breve ti andremo a illustrare.

Non a caso, la notizia non dovrebbe poi stupirti molto, negli ultimi tempi è stato registrato un deciso incremento delle persone intenzionate a stipulare una Polizza Vita Temporanea Caso Morte (TCM) per poter garantire un futuro più sereno a sé stessi e ai propri cari. Ma in definitiva, quali sono gli esclusivi vantaggi che otterresti stipulando una TCM Polizza?

Sono diversi, poiché la trasversalità di questa polizza si espleta in un’ottica molto ampia che permette sia di tutelare delle persone care da un evento nefasto (come può essere la scomparsa del capofamiglia, soprattutto se quest’ultimo rappresenta l’unica fonte di reddito), sia di ricavarne un sensibile risparmio, dal momento che si tratta di una polizza detraibile.

Data la rilevanza dell’argomento e il crescente interesse, abbiamo deciso di dedicare questo articolo per forniti tutte le informazioni utili al riguardo. Cominciamo?

TCM Polizza: cos’è e come funziona

La TCM Polizza, conosciuta anche con il nome di Assicurazione Temporanea Caso Morte, è essenzialmente una polizza di rischio temporanea che, a seguito del pagamento di un premio, prevede il versamento di un capitale ai beneficiari indicati in caso di decesso del soggetto assicurato avvenuto prima dell’ultimo termine contrattuale.

Le definizioni tecniche per loro natura possono essere un po’ complicate, ma per aiutarti a comprendere meglio ti basti sapere che si tratta di una polizza mediante cui si mette a disposizione di persone designate un determinato importo per preservarle dalle eventuali difficoltà finanziarie che potrebbero verificarsi in caso di morte del soggetto assicurato.

Il suo funzionamento è estremamente semplice. La TCM Polizza, infatti, è valida solo per un periodo di tempo specifico (da 1 a 30 anni) che viene determinato dalla persona interessata al momento della stipula insieme alla compagnia assicurativa.

Nel caso in cui il decesso del soggetto avvenga in quell’arco temporale indicato, allora l’impresa di assicurazione corrisponderà ai beneficiari indicati nel contratto il pagamento del capitale dovuto; laddove invece il decesso avvenga al di fuori di tale arco temporale, il pagamento non sarà erogato e i vari premi versati resteranno a disposizione della compagnia assicurativa.

Quale l’utilità di una simile soluzione assicurativa? La TCM Polizza risulta essere molto utile nel caso in cui emerga la necessità di proteggere finanziariamente un nucleo familiare, laddove venga colpito dal lutto del capofamiglia o della persona che si configura come primaria fonte di reddito. Da ciò puoi quindi comprendere come mai sia un’opzione più che consigliabile nel caso si abbiano finanziamenti attivi e anche come mai siano soprattutto le famiglie più giovani a tenerla in grande considerazione.

TCM Polizza: come viene calcolato il premio

La TCM Polizza possiede, come puoi facilmente immaginare, un proprio peculiare sistema per determinare l’importo del premio assicurativo e tale sistema è strettamente correlato a una serie di criteri in grado di variarne l’entità. Nello specifico i fattori principali sono:

  • L’età dell’assicurato
    Naturalmente più l’età del soggetto che intende stipulare la polizza risulterà elevata, maggiore sarà il premio eventualmente corrisposto a causa delle maggiori probabilità di decesso.

  • Lo stato di salute dell’assicurato
    Sebbene tale elemento possa considerarsi come strettamente dipendente dal precedente, in realtà è molto più ampio e prevede, ad esempio, l’accertamento dello stile di vita soprattutto se il contraente è un fumatore, una persona che viaggia molto e, in generale, se è un soggetto esposto a molti rischi. Inoltre, nel caso di gravi patologie in essere, l’assicurazione potrà richiedere tutte quelle certificazioni che attestino l’effettiva condizione medica del soggetto.

  • Il capitale assicurato
    A questo proposito occorre decidere se la polizza vita che stiamo sottoscrivendo serve a tutelare la nostra famiglia in modo da mantenere lo stesso tenore di vita o giusto il tempo di raggiungere una nuova indipendenza economica.

  • La durata della polizza
    Variabile da 1 a 30 anni.

  • La periodicità del versamento delle rate
    Il premio può essere versato a scelta in un’unica soluzione, in rate mensili, in rate semestrali e persino annuali.

 

Da quanto appena detto puoi quindi dedurre come un giovane in perfetta salute e privo di patologie in essere o abitudini dannose quali il fumo avrà diritto a un premio inferiore rispetto a un’altra persona di età avanzata e/o di cagionevole salute. Oppure, volendo fare un altro esempio, come una donna di 25 anni pagherà un premio inferiore rispetto a un uomo suo coetaneo, visto e considerato che il genere femminile è tendenzialmente più longevo.

TCM Polizza: garanzie accessorie

Il fine ultimo delle compagnie assicurative è senza ombra di dubbio quello di fornire ai propri clienti delle soluzioni sempre più comprensive e idonee a coprire diversi ambiti; proprio per questo spesso optano per offrire dei moduli assicurativi integrativi da associare, in questo caso, alla TCM Polizza. Nello specifico, le garanzie complementari più comuni sono:

  • Garanzia malattie gravi
  • Garanzia infortuni
  • Garanzia non autosufficienza
  • Garanzia invalidità totale e permanente.

Detrazione TCM Polizza e agevolazioni

La TCM Polizza, allo stesso modo delle altre tipologie di polizze assicurative, ha potuto beneficiare delle innumerevoli novità in merito alle detrazioni introdotte dalla Legge di Stabilità 2020.

La natura della detraibilità diviene conseguente all’importo del reddito complessivo e, in particolar modo, spetta per intero ai titolari di un reddito complessivo sino a 120.000 euro. Al superamento di tale limite, il credito decresce mano mano fino ad arrivare ad azzerarsi al raggiungimento di un reddito complessivo doppio rispetto a quello precedentemente indicato, quindi 240.000 euro.

La verifica del limite reddituale tiene conto anche dei redditi assoggettati a cedolare secca.

Discorso differente, invece, per quel che concerne la detraibilità per i redditi al di sotto dei 120.000 euro, la quale resta invariata dal momento che a norma di legge è possibile detrarre il 19% sui premi versati per tutte le spese necessarie alla copertura assicurativa.

Naturalmente per poter usufruire di tale detrazione sarà necessario soddisfare precise condizioni oltre al già citato reddito come, ad esempio, la presenza nel contratto di garanzie per il rischio morte e/o invalidità permanente, il quale dovrà necessariamente risultare non inferiore al 5% sino a un massimale tollerato di 530 euro.

Laddove poi il premio assicurativo sia destinato alla salvaguardia di soggetti affetti da gravi disabilità, il precedente importo viene aumentato e potrà essere portato a detrazione sino a un massimale tollerato di 750 euro.

Non solo. Al di là delle agevolazioni fiscali di cui, come abbiamo appena visto, gode una TCM Polizza, c’è un aspetto interessante da prendere in grande considerazione: l’indennizzo versato e ricevuto dai beneficiari destinati non è soggetto ad alcuna tassazione e di conseguenza risulterà anche non sequestrabile né tantomeno pignorabile.

TCM Polizza: come ottenere la detrazione o le agevolazioni previste

Per ottenere la detrazione o usufruire delle agevolazioni riguardo la TCM Polizza o le altre tipologie di polizze assicurative dovrai semplicemente rivolgerti al tuo commercialista o, in alternativa, a un patronato o a un CAF ricordandoti di presentare l’intera documentazione che testimoni il pagamento del premio assicurativo.

Nello specifico, i documenti che si renderanno necessari sono:

  • Copia ricevute di pagamento
  • Copia del contratto di assicurazione o certificazione rilasciata dalla compagnia assicurativa contenente tutti i riferimenti anagrafici del contraente, dell’assicurato e ovviamente dell’importo detraibile.

 

Attenzione anche allo scoglio tracciabilità! In seguito alle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2020, di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, tutti i pagamenti dei premi assicurativi devono essere tracciati e non a caso, infatti, l’attuale normativa vigente vuole che l’ottenimento della detrazione o delle agevolazioni previste venga raggiunto mediante il pagamento della polizza con carte di credito, bonifico bancario e ogni altra soluzione che assicuri la più completa tracciabilità.

TCM Polizza: affidati a dei professionisti

Se hai deciso che una TCM Polizza può essere la soluzione più idonea alle tue esigenze certamente vorrai informarti su tutti gli aspetti tecnici e non inerenti tale realtà, ma se la tematica ti è del tutto sconosciuta puoi essere davvero sicuro di raccogliere le giuste indicazioni?

Se vuoi ottenere un parere competente e altamente professionale non ti resta che affidarti a una società di brokeraggio assicurativo come Lettera Insurance Broker Srl la quale, forte di un’esperienza pluriventennale, è in grado di offrirti in modo tempestivo la soluzione più adeguata.

Contattaci

È SEMPLICE E VELOCE!

Contatta i nostri consulenti per avere un’analisi personalizzata e gratuita della tua situazione assicurativa.
Ti aiuteremo ad individuare la copertura assicurativa più adatta ai tuoi bisogni!