Polizza RCT imprese edili: tutto quello che occorre sapere

La sottoscrizione di una polizza RCT imprese edili, per chi opera nel settore edilizio, è obbligatoria nel caso in cui si voglia partecipare a gare pubbliche.

Mentre, per quanto riguarda le opere edili da svolgersi nel settore privato, pur non essendoci una norma che obbliga l’impresa al possesso di una polizza assicurativa, la stipulazione di una garanzia RCT e RCO, risulta di fondamentale importanza: nel caso di danni involontariamente cagionati a terzi o a prestatori di lavoro, evita l’esborso diretto da parte del responsabile civile (l’impresa edile) in quanto tutelato dalla copertura assicurazione.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Polizza RCT imprese edili: RCT e RCO

La polizza RCT imprese edili altro non è che un contratto sottoscritto tra due parti: il contraente (impresa edile) e l’assicurazione.

Con la sottoscrizione della polizza, per entrambe le parti, sorgono degli obblighi: per l’assicurazione quello di tenere indenne l’impresa di quanto questa sia tenuta a pagare quale civilmente responsabile, nel caso in cui dovessero verificarsi degli eventi dannosi legati all’attività svolta; per l’impresa edile quelli relativi al rispetto delle condizioni previste in polizza e al pagamento del premio.

Pertanto, l’impresa edile che ha versato, nei termini previsti, il premio riguardante la polizza RCT imprese edili, qualora durante lo svolgimento della propria attività dovesse arrecare involontariamente danni fisici, materiali e patrimoniali a soggetti terzi, nel caso in cui venisse accertata la sua responsabilità, dovrà denunciare il sinistro all’assicurazione la quale, una volta terminata l’istruttoria, valuterà la risarcibilità o meno del danno.

La sottoscrizione di una Polizza RCT Imprese Edili, benché possa apparire, a primo impatto, come un inutile esborso economico, deve essere intesa come un’eventuale tutela che pone l’impresa al riparo da pagamenti imprevisti, relativi a somme ben più consistenti rispetto a quanto viene versato con il premio assicurativo.

In caso di sinistro, infatti, le somme da erogare a terzi o a prestatori di lavoro, a titolo di risarcimento danni, possono essere così elevate da compromettere la solidità economica dell’impresa stessa.

Pertanto, lo ribadiamo, pur non essendo obbligatoria per legge la polizza RCT imprese edili è vivamente consigliata perchè pone al riparo da eventuali rischi futuri e incerti.

La copertura prevista in polizza può essere di due tipi:

  1. a favore di terzi;
  2. a favore di prestatori di lavoro.

Polizza RCT imprese edili: responsabilità civile verso terzi

L’esecuzione di opere edili può comportare facili rischi, come la caduta di calcinacci dall’alto con conseguente danneggiamento di strutture o veicoli sottostanti, lo sfondamento accidentale di una parete con relativi danni alla parte confinante, la formazione di fessurazioni dovute alle vibrazioni per uso di martelli pneumatici o, in caso peggiore, lesioni fisiche subite da persone.

Nell’ipotesi in cui i danni arrecati a terzi non fossero ripristinabili e nel caso in cui le parti danneggiate dovessero avanzare richieste di risarcimento, per lesioni fisiche o materiali, in caso di comprovata responsabilità dell’impresa edile, sarà quest’ultima tenuta al pagamento dei costi da sostenersi per il ripristino della situazione allo stato precedente il sinistro.

Mentre, nel caso in cui l’impresa edile dovesse risultare titolare di una polizza RCT imprese edili, sarà l’assicurazione ad occuparsi direttamente del ristoro dei danni arrecati a terzi, nei limiti del massimale e di quanto previsto nelle condizioni contrattuali.

Polizza RCT Imprese Edili: responsabilità civile verso i prestatori di lavoro

Purtroppo, non è infrequente l’accadimento di infortuni sul lavoro; anche in questo caso, sottoscrivere una polizza RCO (responsabilità civile verso i prestatori di lavoro), garantisce l’impresa edile dal risarcimento di un sinistro che comporti lesioni fisiche e materiali ad un suo dipendente, in caso di comprovata responsabilità.

Presupponiamo che un operaio utilizzi un macchinario non conforme, che il datore di lavoro non lo abbia informato correttamente o che non abbia vigilato durante l’esecuzione della mansione che ha comportato l’infortunio al lavoratore: in caso di accertata responsabilità dell’impresa edile, quest’ultima sarebbe tenuta al risarcimento diretto dei danni, qualora non avesse stipulato una polizza RCO; potrebbe, invece, essere manlevata dalla compagnia assicurativa, entro il limite del massimale previsto in polizza, nel caso in cui avesse sottoscritto una garanzia assicurativa comprendente tale rischio.

Polizza RCT imprese edili: quando è obbligatoria per legge

La polizza RCT imprese edili è obbligatoria per le imprese edili che intendono partecipare a gare d’appalto nell’ambito dell’edilizia pubblica.

In tale ambito, quindi, oltre alla copertura RCT (verso terzi) sono richieste le seguenti ulteriori garanzie:

  • CAR (Constructor’s All Risks)
    comprende tutti i rischi del costruttore, cioè la tutela a favore di coloro che subiscono danni (fisici o materiali) dalla esecuzione delle opere; ad esclusione dei sinistri derivanti da errata progettazione, da cause di forza maggiore;
  • fideiussione provvisoria
    serve a garantire alla Stazione Appaltante che l’impresa edile sia in grado di procurarsi la successiva copertura assicurativa finalizzata alla esecuzione delle condizioni previste nel contratto;
  • fideiussione definitiva
    obbligatoria in fase di aggiudicazione della gara, a copertura del mancato o inesatto adempimento dei vincoli contrattuali;
  • fidejussione per svincolo ritenute di garanzia sugli stati avanzamento lavori
    richiesta ogni qualvolta venga presentato uno Stato Avanzamento Lavori (SAL), al fine di poter procedere con lo svincolo anticipato delle ritenute maturate.

Quali sono le garanzie prestate da una Polizza RCT imprese edili

Il contratto di assicurazione che una impresa edile decide di stipulare con una società di assicurazioni può contenere diverse garanzie, le quali di solito vengono valutate in base al tipo di attività svolta dal cliente.

Una polizza RCT imprese edili solitamente comprende la tutela dell’assicurato in caso di danni involontariamente cagionati a terzi durante l’esecuzione della sua attività, nello specifico il danno a cose (totale o parziale) che prevede un risarcimento pari all’importo che il danneggiato deve sostenere per la sostituzione o la riparazione dell’oggetto lesionato, oltre all’eventuale compensazione del mancato utilizzo del bene e la diminuzione del suo valore; il danno arrecato alle persone (danno biologico, invalidità permanente e temporanea) o, in casi estremi, la morte e il danno patrimoniale (con specificazione delle somme relative al danno emergente e/o al lucro cessante).

Oltre alla garanzia base, inoltre, è possibile richiedere l’inserimento, all’interno della polizza RCT imprese edili, di eventuali garanzie aggiuntive ritenute importanti in relazione al tipo di attività svolta.

Così, a tutela di chi svolge questa professione, possono essere ricompresi eventuali rischi derivanti da responsabilità civile dell’assicurato in caso di:

  • danni provocati a terzi dalle mansioni svolte da dipendenti o collaboratori della impresa edile;
  • danni provocati dall’assicurato a beni di terzi affidati alla sua custodia;
  • danni causati da incendio;
  • danni arrecati a condutture e impianti sotterranei di ogni tipo e genere, a seguito di lavori di scavi o a causa di vibrazioni, assestamento, cedimento o franamento del terreno su cui si stava lavorando;
  • danni derivanti da interruzione o sospensione totale o parziale di attività lavorativa altrui;
  • responsabilità civile postuma.

L’operatività della Polizza RCT imprese edili

La data di inizio della copertura assicurativa viene sempre riportata all’interno della Polizza RCT imprese edili e, oltre a questa, è espressamente indicata anche la durata del contratto assicurativo che può essere annuale o per un periodo superiore ai 12 mesi.

L’operatività della polizza, più precisamente, ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato sul contratto sottoscritto, a condizione che il relativo premio (o la prima rata dello stesso) venga versato nei termini.

Nel caso in cui si decida di rinnovare la polizza, occorre ricordare che i premi successivi dovranno essere versati alla scadenza indicata nella stessa o, per lo meno, entro i successivi 15 giorni, poiché, in caso contrario, la garanzia verrà sospesa.

Nell’ipotesi di ritardo nel pagamento del premio la polizza ritornerà operativa dalle ore 24 del giorno del saldo.

Gli obblighi derivanti all’imprenditore che sottoscrive una polizza RCT imprese edili

I principali obblighi che l’imprenditore dovrà rispettare una volta sottoscritta una Polizza RCT imprese edili sono sostanzialmente due: il pagamento del premio e la denuncia del sinistro, che di seguito illustreremo brevemente.

Pagamento premio
L’obbligo principale al fine dell’operatività della garanzia è quello del pagamento del premio relativo alla polizza stipulata. In caso contrario, pur avendo sottoscritto il contratto, la garanzia non risulterà operante e l’assicurato, qualora si verificasse un sinistro, non potrà pretendere di essere tenuto indenne dall’assicurazione.

Denuncia di sinistro
Nell’ipotesi in cui si dovesse verificare un sinistro, ovvero qualora l’impresa edile ricevesse una richiesta danni da parte di terzi, ai sensi degli articoli di cui alla polizza RCT imprese edili sottoscritta, avrà l’obbligo di denunciare il sinistro, mediante avviso scritto, all’agenzia presso la quale ha stipulato la garanzia, al broker o direttamente alla compagnia assicuratrice.

L’obbligo di denuncia prevede un termine di tre giorni da quando l’assicurato ne ha avuto conoscenza e ciò, non in base ad una esclusiva clausola indicata in polizza, ma ai sensi dell’articolo 1913 del codice civile.

Quindi, occorre rispettare rigorosamente tale termine in quanto l’inadempimento potrebbe comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo.

La disdetta e il recesso anticipato di una polizza RCT imprese edili
I contratti relativi alle polizze RCT imprese edili solitamente prevedono il tacito rinnovo, pertanto, qualora si intendesse non proseguire il rapporto assicurativo con la compagnia è necessario inoltrare formale disdetta a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, almeno 60 giorni prima della scadenza prevista in polizza.

Infatti, salvo diversa pattuizione, nel caso in cui non venisse formalizzata la volontà di recedere, il contratto assicurativo risulterà attivo per un ulteriore anno.

Anche la compagnia assicuratrice, a sua volta, può recedere dal contratto, con comunicazione scritta da inoltrare entro 60 giorni dal ricevimento del pagamento del premio, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno.

Polizza RCT Imprese Edili: l’assistenza di un broker assicurativo come noi

La scelta della compagnia assicuratrice, unitamente a quella relativa alle garanzie da inserire all’interno di una Polizza RCT imprese edili non è semplice, ed è proprio per tale motivo che occorre affidarsi ad un partner con una importante esperienza nel settore delle assicurazioni come Lettera Insurance Broker Srl

Presente sul mercato assicurativo da oltre 20 anni, la nostra società di brokeraggio assicurativo è in grado di offrire diverse garanzie rivolgendoci alle compagnie leader in questo settore, ricercando le migliori condizioni di mercato, selezionando la proposta più interessante, offrendo una protezione mirata. Soprattutto, però, fornendo una consulenza operativa articolata, rapida, su misura.

Contattaci subito e scopri cosa la nostra società di brokeraggio può fare anche per te!

Contattaci

È SEMPLICE E VELOCE!

Contatta i nostri consulenti per avere un’analisi personalizzata e gratuita della tua situazione assicurativa.
Ti aiuteremo ad individuare la copertura assicurativa più adatta ai tuoi bisogni!