Agente assicurativo e Broker di assicurazione: quali differenze?

Un agente assicurativo si occupa di vendere dei servizi per conto di una o più compagnie di assicurazione, a seconda che si tratti di un agente monomandatario o plurimandatario. Al pari di un broker può anche essere indicato come “mediatore assicurativo”, dal momento che entrambi fungono da intermediari tra la società assicuratrice e il cliente finale. Sebbene però il loro lavoro sia apparentemente molto simile, esistono delle differenze sostanziali tra queste due figure che è bene conoscere se vuoi stipulare un contratto assicurativo, ma ancora non sai se sia meglio rivolgerti a un agente assicurativo piuttosto che a un broker. Scopriamolo insieme in questo articolo del nostro blog.

Agente assicurativo: chi è? Cosa fa?

L’agente assicurativo è un libero professionista che lavora per conto di una o più compagnie di assicurazione entro un determinato territorio, all’interno del quale funge da rappresentante autorizzato.

In quanto tale, si occupa di gestire il portafoglio clienti e di commercializzare i prodotti assicurativi proposti dalla società da cui ha ricevuto il mandato. All’atto pratico questo si traduce nelle seguenti attività:

  • offrire assistenza sui contratti assicurativi in essere,
  • raccogliere i premi assicurativi,
  • gestire i pagamenti dei premi in scadenza,
  • effettuare il rinnovo delle polizze,
  • dirigere l’agenzia di assicurazione e gli eventuali collaboratori in essa operativi (subagenti, addetti all’amministrazione e al contatto con il pubblico), se l’agente lavora anche in qualità di responsabile.
  • Intervenire in caso di sinistri, verificando la fondatezza dei presupposti per la liquidazione e gestendo i relativi adempimenti burocratici.

 

Soprattutto però, un bravo agente assicurativo deve essere in grado di acquisire costantemente nuovi clienti e nuove polizze entro il territorio in cui opera,

  • effettuando un’analisi dei rischi
  • individuando – tra i prodotti assicurativi offerti dalla Compagnia per cui lavora – la soluzione più adatta alle specifiche esigenze assicurative (protezione della persona, dei beni, dell’attività, del patrimonio),
  • illustrando la soluzione assicurativa in modo chiaro e corretto e fornendo tutte le informazioni ad essa legate.

 

In cambio di simili attività e incombenze, l’agente assicurativo riceve un compenso sotto forma di “provvigioni”, una commissione sulle polizze stipulate che, in certi casi, può anche essere maggiorata da un fisso mensile. Mentre un broker assicurativo, cosa fa di diverso rispetto a un agente d’assicurazione?

Agente assicurativo: cosa dice la legge

È lo stesso Codice delle Assicurazioni Private a distinguere tra Agente e Broker assicurativo. Le loro specifiche attività professionali sono state così disciplinate dal Decreto Legislativo n.209/2005, art. 109 comma 2:

“Nel registro sono iscritti in sezioni distinte: a) gli agenti di assicurazione, in qualità di intermediari che agiscono in nome o per conto di una o più imprese di assicurazione o di riassicurazione; b) i mediatori di assicurazione o di riassicurazione, altresì denominati broker, in qualità di intermediari che agiscono su incarico del cliente e senza poteri di rappresentanza di imprese di assicurazione o di riassicurazione […]”

Pertanto, agente assicurativo e broker in cosa si distinguono?

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti e come abbiamo avuto già modo di spiegare negli articoli “Broker assicurativo significato: tutto quello che devi sapere” e “Consulente assicurativo cosa fa: competenze e mansioni”, tanto gli agenti quanto i broker sono dei professionisti del mercato assicurativo che mettono in contatto il cliente con la compagnia. Con la differenza che mentre i primi lavorano su incarico del cliente, i secondi agiscono su mandato delle società che rappresentano. Tanto è vero che i broker sono remunerati direttamente dai clienti, mentre gli agenti assicurativi ricevono il loro compenso dalla compagnia per cui lavorano.

A questo punto è più che ovvio il perché l’agente a differenza del broker, non possa essere definito un consulente assicurativo indipendente. Il suo operato e la sua stessa attività di consulenza si fondano su un vincolo contrattuale ben definito con la compagnia rappresentata: promuovere e vendere esclusivamente i pacchetti assicurativi di QUELLA compagnia assicurativa. Effettuando pur sempre un lavoro di analisi dettagliata dei rischi e delle coperture offerte, ma operando – va da sé – con margini di manovra molto più limitati rispetto a quelli con cui può agire un broker assicurativo.

Il quale operando in modo davvero indipendente, per conto cioè del cliente, non è tenuto a promuovere nessun prodotto assicurativo in particolare. Il suo operato consiste infatti

  • nell’effettuare un’analisi competente e previdente dei rischi a cui è esposto il suo cliente (persona, attività, beni, patrimonio)
  • nel reperire sul mercato – in altre parole, fra tutte le compagnie di assicurazione nazionali e internazionali – le migliori soluzioni assicurative che soddisfino le esigenze necessarie
  • nel confrontare e individuare la copertura più idonea, più completa, vantaggiosa e conveniente
  • nel tutelare al meglio gli interessi dei suoi Clienti prima, durante e dopo la stipula della polizza.

Ecco perché e in che modo un broker assicurativo può agire in modo molto più libero, personalizzato, client oriented: non avendo alcun vincolo contrattuale con nessuna compagnia in particolare, può accedere a una gamma di soluzioni assicurative molto più ampia rispetto a quella offerta da un agente assicurativo, con evidenti e maggiori probabilità di trovare la copertura assicurativa più adatta a qualunque tipo di cliente. Dal privato che ha bisogno di una polizza Incendio, Furto, Rapina o di una polizza Sanitaria, al professionista che ha la necessità di tutelare la propria attività e il proprio patrimonio dai rischi a cui la sua professione lo espone, alle S.r.l. o alle S.p.a e ai loro amministratori delegati che vogliono proteggere il patrimonio aziendale e personale da una possibile richiesta di risarcimento danni da parte di terzi.

Cerchi un broker assicurativo di fiducia?

Lettera Insurance Broker S.r.l. è un’innovativa società di brokeraggio assicurativo che, da oltre 20 anni, affianca i privati, professionisti e le aziende prima, durante, dopo la stipula della polizza

  • ricercando le migliori condizioni di mercato
  • progettando coperture tailor made in base al profilo di rischio
  • offrendo una consulenza operativa articolata, rapida, tempestiva.

 

Contattaci subito e scopri cosa la nostra società di brokeraggio può fare anche per te!

Contattaci

È SEMPLICE E VELOCE!

Contatta i nostri consulenti per avere un’analisi personalizzata e gratuita della tua situazione assicurativa.
Ti aiuteremo ad individuare la copertura assicurativa più adatta ai tuoi bisogni!