Assicurazione auto d’epoca 30 anni

Assicurazione auto d’epoca 30 anni: come funziona, quali vantaggi

Quando si parla di Assicurazione auto d’epoca 30 anni, occorre necessariamente prendere in considerazione come questa funzioni e quali siano i requisiti, nonché i molti vantaggi che è possibile ottenere con la sua sottoscrizione.

Per dare una prima idea di quanto andremo a spiegare in modo approfondito nel corso di questo articolo, un’assicurazione RCA per auto d’epoca permette, al proprietario del veicolo, di risparmiare diverso denaro sul costo ordinario di polizza e, soprattutto, di sfruttare la classe di merito massima, quindi quella che consente di versare un premio nettamente inferiore. Altri vantaggi che possiamo anticipare: l’abolizione del bollo e il versamento della sola tassa di circolazione, per gli eventi speciali, che dovrà essere pagata da chi vuole utilizzare quel mezzo per partecipare alle fiere d’esposizione e ai vari raduni organizzati dalle associazioni autorizzate.

Ovviamente per poter usufruire di tutto ciò, è importante essere in possesso di precisi requisiti: l’iscrizione del mezzo di trasporto all’ASI, la sua cancellazione dal registro PRA, oltra al fatto che il titolare deve avere almeno 23 anni di età.

Il mezzo viene sottoposto a una serie di controlli prima di essere assicurato proprio per verificare che questo rientri nella categoria delle auto d’epoca.

Questi, in sintesi, i punti chiave da considerare quando si ha intenzione di sottoscrivere un’assicurazione auto d’epoca 30 anni. Cerchiamo ora di valutarli in modo più approfondito.

Assicurazione auto d’epoca 30 anni e auto storica: quale differenza

Uno degli aspetti che spesso tende a creare non poca confusione tra gli automobilisti, soprattutto se si sta valutando di sottoscrivere un’assicurazione auto d’epoca 30 anni, consiste proprio nel capire quale sia la differenza tra auto d’epoca e auto storica; termini che molto spesso vengono utilizzati come sinonimi ma che, in realtà, indicano due tipologie di veicolo totalmente differenti tra di loro e che meritano, quindi, di essere esaminate come tali.

Auto storica
Quando si parla di un’auto storica si fa riferimento a un veicolo che ha almeno vent’anni di vita, da quando è stato è stato costruito e non immatricolato; un’auto storico deve essere regolarmente iscritto presso il PRA, ovvero il Pubblico Registro Automobilistico.
Allo stesso tempo il mezzo deve anche risultare iscritto all’Automotoclub Storico Italiano, l’ente che attesta appunto la storicità di quel mezzo di trasporto.
Sostanzialmente, quindi, l’auto storica tende a essere maggiormente recente e inoltre può godere del diritto di circolare su strada.

Auto d’epoca
Differente, invece, è la tipologia di auto d’epoca. Questa, infatti, deve possedere almeno 30 anni di vita e, soprattutto, deve essere cancellata dal PRA, dato che un’auto d’epoca difficilmente possiede le svariate caratteristiche che permettono allo stessa di circolare su strada; ad esempio, si potrebbe trattare di un mezzo che non ha un sistema di contenimento dell’emissione di anidride carbonica e che, per questa ragione, produce diverso inquinamento.
Un’auto d’epoca però, può essere utilizzata nel caso di raduni e altre attività similari.

Assicurazione auto d’epoca 30 anni: iscrizione all’ASI

L’iscrizione presso l’ASI è un altro dei requisiti essenziali quando si parla di auto d’epoca, anche perché permette al titolare di accedere a diversi vantaggi molto importanti, tra cui la possibilità di ottenere degli sconti per quanto riguarda la spesa del bollo e sul premio di  assicurazione auto d’epoca 30 anni.
In questa circostanza occorre quindi recarsi presso una sede dell’ASI della città dove si risiede, con tutta la documentazione riguardante il mezzo di trasporto che si intende iscrivere: il libretto di circolazione, le targhe originali, i documenti del titolare del veicolo nonché il certificato di proprietà permettono di effettuare l’iscrizione del mezzo presso l’ASI.
In alcune occasioni vengono richieste anche quattro foto del mezzo, di cui due laterali, una frontale e una posteriore.

In questo modo, grazie alla compilazione del modulo in questione, sarà possibile effettuare l’iscrizione del mezzo.

Assicurazione auto d’epoca 30 anni: quanto costa

Per quanto concerne i costi, se analizziamo quello di iscrizione all’ASI, questo generalmente si aggira attorno ai quarantadue euro ma, per sicurezza, è sempre meglio contattare l’associazione telefonicamente affinché sia possibile avere una panoramica generale che consenta di effettuare l’iscrizione senza riscontrare eventuali brutte sorprese.

Per quanto concerne invece l’assicurazione per l’auto d’epoca 30 anni, anche in questo caso è fondamentale richiedere svariati preventivi per comprendere a tutti gli effetti quali sono i costi che bisogna sostenere.
Mediamente i prezzi di tale assicurazione si aggirano tra i cento e i centocinquanta euro, ma attenzione: la spesa che può essere sostenuta per assicurare il proprio mezzo potrebbe variare a seconda di diversi fattori.
Tra di essi spicca ovviamente l’utilizzo che si deve effettuare del mezzo, la tipologia del medesimo, nonché tutte le diverse garanzie aggiuntive che permettono di tutelare il mezzo di trasporto stesso.

Conoscendo tutti questi dati sarà possibile sottoscrivere la polizza ideale senza riscontrare palesi difficoltà.

Assicurazione auto d’epoca 30 anni: affidati a dei professionisti

Qualora si voglia sottoscrivere un’assicurazione auto d’epoca 30 anni ti invitiamo ad affidarti a dei professionisti come i consulenti di Lettera Insurance Broker Srl che si occuperanno di effettuare tutte le operazioni utili a conoscere esattamente quale sarà il costo da sostenere per tutale al meglio un mezzo così esclusivo e di valore come la tua auto d’epoca!

Contattaci

È SEMPLICE E VELOCE!

Contatta i nostri consulenti per avere un’analisi personalizzata e gratuita della tua situazione assicurativa.
Ti aiuteremo ad individuare la copertura assicurativa più adatta ai tuoi bisogni!